Essere xenofili

E’ forse vero che l’erba del vicino è sempre più verde, ma quando mi trovo davanti a certe cose mi chiedo come potrebbe non esserlo.

L’aeroporto di Lyon Saint Exupery si trova a una certa distanza da Lione, è raggiungibile in treno (treni normali e TGV) e in autostrada.

Se ci vai in macchina hai due opzioni di parcheggio : sosta breve e sosta prolungata.

La sosta breve ti permette di pagare meno se stai poco, ma se ci resti per ore ti costa molto di più che la sosta prolungata. Così se prendi l’aereo da solo lasci la macchina nella sosta prolungata, ma se accompagni qualcuno, o vai a prendere qualcuno, puoi lasciare la macchina nella sosta breve e, in un quarto d’ora, puoi accompagnare chi deve partire o andare a prendere chi deve arrivare pagando al minuto.

E’ logico, visto che alcune persone vanno in taxi / da sole, e l’altra metà vengono accompagnate / ricevute da amici e parenti. Direi che è scontata sia l’esistenza di entrambe le tipologie di viaggiatori, sia la dinamica delle loro necessità di parcheggio.

Ora… all’aeroporto di Torino Caselle, che, come si può facilmente evincere dal mio precedente post, frequento spesso, hanno notato lo stesso fenomeno delle persone sole e accompagnate, ma a quanto pare ne hanno tratto conclusioni molto diverse.

Esistono anche qui la sosta breve e la sosta lunga. La sosta breve però viene tariffata all’ora…. e fin qui, amen, non spacchiamo il capello in quattro.

Ma, udite udite, la prima ora costa 2 euro! Quattromila Lire, e poi il costo scende a un euro l’ora! Se poi ci stai 8 ore paghi meno ancora, e così via. Così se io vado a prendere la mia ragazza all’aeroporto ho due opzioni : restare in macchina e piazzarmi in doppia fila davanti al gate congestionato (dove trovo i gentili poliziotti che mi obbligano a fare un periodico giro di boa attorno all’aeroporto e dove rompo le palle a tutti), oppure entrare nel parcheggio, rimanerci magari dieci minuti, e pagare 2 euro.

Visto il macello che c’è davanti alle partenze, per il medesimo motivo, se voglio salutare con calma la mia ragazza devo pagare 2 euro, se no la devo scaricare in corsa.

Io non credo che i due ‘use case’ : accompagnato e solo con mezzo proprio, siano così difficili da analizzare, non credo che ci siano una banda di microcefali alla direzione, al contrario. Penso che l’intrinseca inadeguatezza di questo sistema tariffario sia palese alla direzione dei parcheggi (l’alternativa è che si tratti di scimmie bendate).

Io sono quasi certo che l’idea dei 2 euro la prima ora per la sosta BREVE sia una voluta manovra per lucrare sul fatto che sono stati eliminati tutti i possibili parcheggi alternativi a quelli dell’aeroporto stesso nel raggio di chilometri.

Io non sono xenofilo quando vedo le cose ‘funzionare meglio all’estero’. Io divento xenofilo quando mi rendo conto che a casa mia c’è chi architetta i servizi a mio preciso svantaggio.

Quindi non dico “che bella la Francia” se vedo che l’aeroporto di Lione non ha 200 macchine in doppia fila davanti al gate, dico “che gentaglia questi Italiani” se l’aeroporto di Torino ha il gate intasato dalle macchine di gente che vuole semplicemente evitare di essere sfruttata dall’ennesima “petty tyranny”.

Se questo vuol dire essere xenofili, ben venga la xenofilìa.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s